Regola 2 – Matchplay

Questa settimana l’European Tour propone una gara gara con formula match play.
I professionisti giocano pochi tornei all’anno con formula match play e il più famoso di essi è sicuramente la Ryder Cup.
Questa formula è molto più utilizzata nelle gare dei dilettanti e anche nelle nostre competizioni. Impariamo quindi in cosa si differenzia per le regole una gara match play dalle gare stroke play che siamo più abituati a vedere e a giocare.

Nelle gare match play abbiamo il confronto diretto con il nostro avversario buca per buca.
Ogni buca verrà vinta da un giocatore, dall’altro o pareggiata.
Se un giocatore vince la prima buca contro il suo avversario egli va in vantaggio di una buca.
Il match si conclude quando una parte è in vantaggio di un numero di buche maggiore rispetto a quelle che restano da giocare.
Per esempio il giocatore ha 3 buche di vantaggio quando ne restano 2 da giocare ha vinto il match.

La differenza maggiore rispetto alle gare stroke play è che nei match play il giocatore non è obbligato a imbucare per concludere la buca.
E’ infatti possibile concedere all’avversario  il colpo successivo, la buca o l’intero incontro.
La concessione del colpo successivo avviene solitamente quando resta da imbucare un putt talmente corto che viene giudicato quasi impossibile da sbagliare. Questa è una valutazione completamente soggettiva da parte dell’avversario e non esiste alcun obbligo di concedere i putt seppur molto corti.
La concessione della buca può avvenire quando un giocatore sbaglia uno o più colpi all’inizio della buca e reputa che non possa più recuperare e allora può concedere la buca per andare direttamente a giocare quella successiva.
Una concessione non può essere ne rifiutata ne ritirata, quindi nel momento in cui è stata effettuata è immediatamente effettiva.

Le penalità più gravi in una gara match play fanno perdere la buca al giocatore che l’ha commessa.
L’unica eccezione è nel momento in cui viene commessa una penalità grave e l’avversario ha solo la possibilità di pareggiare la buca. In questo caso il giocatore che ha commesso l’infrazione non perde la buca ma questa viene considerata pareggiata.
Per esempio il giocatore A ha imbucato per il 4 e da un consiglio al giocatore B che deve giocare il suo quarto colpo. Essendo che il giocatore A ormai non poteva più perdere la buca, nonostante la sua infrazione grave si intende la buca pareggiata.

Un’altra importante caratteristiche delle gare match play è l’ordine di gioco. Nelle gare match play riveste molta importanza per cui i giocatori sono tenuti a rispettarlo correttamente.
Nel caso un giocatore giochi un colpo quando non è il suo turno egli non incorre in penalità ma l’avversario può richiedere immediatamente che l’ordine venga rispettato e che il colpo effettuato sia annullato.
A questo punto una nuova palla dovrà essere giocata dal punto in cui giaceva rispettando l’ordine corretto.

La formula match play è sicuramente molto immediata da seguire e viene considerata da molti giocatore anche la più divertente da giocare. Provatela!

Classifiche campionato sociale dopo 5 prove

Con la prova tenuta ad Arenzano, si vanno a delineare le classifiche relative al nostro campionato sociale, quando ormai mancano solo due gare prima della definizione dei matchplay finali.

La principale novità viene dalla graduatoria Scratch, dove Fulvio Grasso riguadagna la vetta sorpassando Federico Schenone di un punto.
Importante balzo in avanti anche da parte di Luca Ponte che con l’ottimo risultato della gara passa dal settimo al quinto posto mentre Andrea Colombari entra negli 8 portandosi in settima posizione.

Poche variazioni nella classifica Pareggiata, dove restano invariate le prime due posizioni con Federico Schenone davanti ad Andrea Sartirana mentre alle loro spalle risalgono Fulvio Grasso e Luca Ponte.
Con molti giocatori ancora in grado di entrare negli 8 partecipanti alla fase finale, saranno le ultime due gare di Settembre a definire il tabellone.

Nella classifica Lady importante balzo in avanti di Paola Origone e Irene Bonetti che si portano rispettivamente in seconda e terza posizione avvicinandosi a Jacqueline De Lagatinerie che resta in testa mentre rimane molta aperta la lotta per la quarta e ultima posizione che vale la qualificazione ai matchplay finali.

Classifiche del campionato sociale dopo 5 prove

Gara Golf Club Arenzano

Si è tenuta ieri, la nostra quinta prova di qualificazione al nostro campionato sociale, sul percorso del Golf Club Arenzano.

Una giornata finalmente meno afosa delle precedenti ha permesso ai giocatori intervenuti di godersi il loro giro sul percorso ricavato nella pineta di Arenzano.

Complice il campo tecnico e la giornata a tratti ventosi non vi sono stati punteggi eclatanti.
Fra i nostri soci il miglior punteggio di giornata è stato siglato da Luca Ponte con un ottimo 38 punti. Questo punteggio ha permesso a Luca di aggiudicarsi il secondo posto in prima categoria, classifica nella quale sono da rimarcare anche i punteggi di Fulvio Grasso con 34 e di Andrea Sartirana e Andrea Colombari con 33.

In seconda categoria il Cus Genova conquista anche qui il secondo posto, grazie a Luca Pucci che ha concluso con 34 punti.
A seguirlo Giuseppe Privitera con 32 e Paola Origone con 31 punti.

Desideriamo ringraziare tutti i partecipanti che si sono fermati a fine gara e che hanno partecipato alla premiazione in cui sono stati assegnati i premi della gara messi a disposizione dal main sponsor della competizione, Birra Dab, e i soliti numerosi premi a sorteggio offerti da Isolani, La Bollina e Repetto House.

Classifiche della gara

Nicolò Gaggero 8° sull’Alps Tour

Il nostro maestro Nicolò Gaggero si è classifica in ottava posizione, miglior risultato stagionale, nella quarta tappa disputata in Italia per il circuito Alps Tour.

Nicolò, dopo un avvio difficile sia nel primo che nel secondo giro, ha  rimediato con una bella serie di birdie che gli hanno consentito di passare il taglio con il punteggio di -4. (69 – 71)

Ma è l’ultimo giro, chiuso in 67 colpi, grazie a ben 7 birdie, che ha permesso a Gaggero di guadagnare ben 15 posizioni fino a raggiungere l’ottavo posto.

Ora il circuito internazionale va in vacanza e riprenderà all’inizio del mese di Settembre.

Regola 20.1 – Alzare e Marcare

Nel gioco del golf, durante lo svolgimento di una buca, la palla deve sempre rimanere sul terreno e mossa solo attraverso l’azione del bastone.
Solo in alcune circostanze possiamo derogare da questa regola ed è quindi utile e necessario sapere come alzare correttamente la palla in gioco.

Alcuni dei casi in cui ci è permesso alzare la palla in gioco sono i seguenti:

  1. Sempre sul putting green
  2. In ogni zona rasata del campo, fairway e green, quando secondo le regole locali del campo per il giorno di gara la palla si può piazzare.
  3. Per identificare se la palla è la propria
  4. Se la palla aiuta o interferisce con il gioco di altri giocatori
  5. Per verificare se la pallina è integra o è diventata inservibile per il gioco.

In tutti questi casi la pallina può essere alzata ma prima di alzarla deve essere marcata piazzando un marca-palla, una piccola moneta, un tee o un oggetto simile immediatamente dietro la palla.
Nel caso il marca-palla interferisca con il gioco, lo stance o il colpo di un altro giocatore questo dovrebbe essere piazzato lateralmente alla distanza di una o più teste di bastone.

E’ importante far notare che nei casi in cui alzare la palla, al punto 1 e 2 è possibile anche pulirla, mentre negli altri la palla non deve essere ripiazzata nel medesimo stato in cui è stata alzata.

Infine quello che non molti sanno e che invece è importante conoscere è che se nell’atto di alzare (e anche ripiazzare) la palla o il marca-palla sono accidentalmente mossi, questi devono essere  ripiazzati e non vi è penalità purché lo spostamento della palla o del marca-palla siano direttamente attribuibili alla specifica azione di marcare la posizione della palla o di alzare (o di rimuovere il marca-palla o piazzare) la palla.

Nuovo orario estivo

A partire da mercoledì 15 luglio il campo pratica sarà aperto nei seguenti orari.

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle 9:00 alle 12:30 (ultimo ingresso ore 12:00) e dalle 16:00 alle 21:00 (ultimo ingresso ore 20:30)
Giovedì, dalle 16:00 alle 21:00 (ultimo ingresso ore 20:30)
Sabato e domenica, dalle 9:00 alle 12:30 (ultimo ingresso ore 12:00) e dalle 16:00 alle 20:00 (ultimo ingresso ore 19:30)

Campionato sociale di doppio

Con la disputa della gara di qualifica sono state definite le 8 coppie che si giocheranno il titolo di campioni di doppio del Cus Genova Golf 2015 con un tabellone a eliminazione diretta con sfide da disputarsi con formula matchplay sulla distanza di 18 buche.
In ogni buca prevarrà il miglior punteggio netto, i giocatori giocheranno i 3/4 dell’handicap di gioco sul percorso di gara.

Consigliamo la disputa dei match sul campo del Serravalle Golf Club ma i giocatori possono accordarsi per la disputa dell’incontro su un campo diverso.
I giocatori possono vedere il tabellone e il regolamento alla sezione campionato sociale.

Ricordiamo che le gare del primo turno possono essere disputate liberamente in qualsiasi data previo accordo fra i partecipanti entro il 20 settembre 2015.

La nostra segreteria è a disposizione di chiunque abbia bisogno dei contatti dei propri avversari.
Vi preghiamo di trasmettere alla nostra segreteria il risultato al termine di ciascun match.
La Commissione Sportiva e la nostra segreteria sono a disposizione per qualsiasi dubbio.

Risultati gara Serravalle Golf Club – 11 luglio

Una splendida giornata estiva, per fortuna senza l’afa della settimana precedente, ha fatto da cornice alla gara con formula 4 palle che si è tenuta al Serravalle Golf Club sabato scorso.

La gara, valevole come prova unica di qualifica per il nostro campionato sociale di doppio, ha visto vincere Andrea Sartirana e Andrea Colombari con 44 punti nella classifica netta, mentre il miglior punteggio lordo è stato siglato da Nicolò Ricciardi e Monica Masini con 32 punti.

Grande equilibrio sul campo con ben 12 coppie racchiuse in 2 punti alle spalle dei vincitori.
A testimonianza dell’alto livello della gara gran battaglia per gli 8 posti valevoli l’accesso al tabellone del nostro campionato sociale e sono stati necessari ben 39 punti per poter essere fra le coppie qualificate.

Un ringraziamento particolare al circolo di Serravalle e al gestore del bar per l’organizzazione dell’ottima grigliata al termine della gara.

Risultati della gara

Foto della premiazione

Regola 11 – Area di partenza

L’area di partenza è l’area dalla quale si inizia il gioco di una buca.
E’ un’area rettangolare profonda due bastoni e delimitata frontalmente e lateralmente dai limiti esterni di due indicatori di partenza.
Una palla è fuori dall’area di partenza quando si trova interamente al di fuori dell’area di partenza.

Questa è la definizione presente nelle regole del golf del’area di partenza.
Di seguito vediamo cosa è permesso fare e cosa no nell’iniziare il gioco di una buca.

Innanzitutto la palla per essere messa in gioco deve essere all’interno dell’area di partenza.
La regola 11-4 infatti ci dice che se un concorrente, nell’iniziare il gioco di una buca, gioca una palla da fuori dell’area di partenza in una gara stroke play viene penalizzato di due colpi e deve correggere il suo errore. Se non lo fa viene squalificato.
Il colpo giocato da fuori dell’area di partenza e tutti i colpi successivi giocati nella buca dal concorrente prima di aver corretto il suo errore non contano per il suo punteggio della buca.
Invece in una gara match play un giocatore non incorre in penalità se gioca da fuori dell’area di partenza ma il suo avversario può chiedere immediatamente al concorrente di annullare il colpo e giocare una palla dall’interno dell’area di partenza.

Le stesse decisioni della regola 11-4 si applicano se uno o più giocatori di un fly giocano da un’area di partenza sbagliata.
Può succedere che in un campo che non si conosce magari per indicazioni non chiare vi troviate di fronte un tee che però non è quello della buca successiva.
Se giocate dall’area di partenza sbagliata dovete subito annullare il colpo, o i colpi, effettuati e recarvi all’interno dell’area di partenza corretta giocando il terzo colpo.
Se completate la buca sbagliata ed effettuate un colpo dall’area di partenza successiva siete squalificati.

Al giocatore è permesso posizionarsi interamente al di fuori dell’area di partenza per giocare una palla dal suo interno.

La seconda cosa fondamentale da sapere dell’area di partenza è che è l’unica zona in cui il giocatore può supportare la palla.
Solitamente viene fatto piantando nel terreno un tee conforme su cui appoggiare la palla ma è possibile farlo anche utilizzando un’irregolarità del terreno o sabbia o altro materiale naturale.
Attenzione che se giocate una palla supportata in un modo non permesso il giocatore è squalificato.

Se la palla cade dal tee mentre viene addressata e senza che il giocatore esegua un colpo la palla non è in gioco e può essere supportata senza penalità.

E’ inoltre importante da ricordare che gli indicatori dell’area di partenza sono fissi, quindi non vanno mossi . se non si vuole incorrere in una penalità di 2 colpi.

La regola 11 è abbastanza semplice, ma ricordiamola sempre per non rischiare di avere dei colpi di penalità prima ancora di incominciare a giocare la buca.

Bastoni scontati fra il 30% e il 60% nel nostro proshop

Nel nostro proshop gestito con Crevani Sport sono disponibili legni, ferri, wedge e putter nuovi con sconti che vanno dal 30% al 60% a seconda del prodotto.

Trattandosi di bastoni nuovi non è possibile provarli ma vi aspettiamo per vederli e acquistarli approfittando dell’ottimo prezzo.

Di seguito alcuni dei bastoni che potrete trovare con il prezzo di listino ancora da scontare.

Putter
Wilson Harmonized – € 49,00
Taylormade Rossaclassic – € 119,00
Odissey White Ice – € 149,00

Wedge
Titleist SM4 – € 139,00
Cleveland Forged 588 – € 139,00
Cleveland Forged 588 – € 149,00

Fairway Wood
Ping I20 – € 249,00
Rescue Taylormade RBZ Lady – € 179,00
Ping G20 Lady – € 219,00
Wood Taylormade RBZ Lady – € 249,00
Ibrido Titleisth 913H – € 239,00
Ibrido Cleveland 588 – € 169,00
Ibrido Callaway X2 Hot Lady – € 199,00
Wood Taylormade RBZ – €229,00

Driver
Titleist 913d2 – € 429,00
Cobra ZL Encore – € 399,00
Ping I20 – € 349,00
Ping I25 – € 419,00
Taylormade R11 – € 449,00
Cleveland Launcher – € 279,00
Ping G25 – € 379,00
Titleist 910d2 – € 399,00

E’ inoltre disponibile una sacca Cobra Excell.

Vi aspettiamo!